La Cipolla Rossa di Cavasso Nuovo è un ortaggio la cui coltivazione si perde nella memoria dei tempi e fino ali anni ’60 è stata una preziosa risorsa per molte famiglie. Un tempo le donne del paese si tramandavano di madre in figlia le sementi e si occupavano di tutte le fasi della produzione dell’ortaggio, dalla preparazione delle famose trecce (dette in friulani “Riesti”) e della loro successiva vendita che avveniva in molti paesi del Friuli Venezia Giulia.

Oggi sempre più persone tendono a ricercare vecchie tradizioni, ricoprire antichi sapori, gustare prodotti patricolari e genuini. La Cipolla Rossa di Cavasso Nuovo dei Maraldi, rientra a pieno titolo nel novero di questi frutti della terra, poiché le sue qualità organolettiche, la sua consistenza e conservazione, il suo risaltante sapore dolce e delicato la rende inconfondibile tra le molte varietà esistenti.

Questo ortaggio è quindi un prodotto caratteristico, coltivabile solo su certi terreni e con peculiari condizioni climatiche, che l’ambiente del magnifico territorio pedemontano offre.

Uno dei produttori più importanti della Cipolla Rossa di Cavasso Nuovo è l’Azienda Agricola Nives Francescon. Più che un’azienda si tratta di una vera e propria famiglia, da sempre legata alla passione per le nostre terre e alla tradizione nella coltivazione dei prodotti tipici della zona di Cavasso Nuovo. Coltivatori per passione nel privato, di ortaggi e frutteti su piccoli orti e terre di famiglia, con la nascita dell’ “Associazione Cipolla Rossa di Cavasso”.

Noi di Friulando li abbiamo incontrati per farci raccontare la loro attività.

Condivi nelle tue piattaforme preferite!

Leave A Comment

Continua a leggere